7 PASSI per Motivare i Collaboratori

//7 PASSI per Motivare i Collaboratori

7 PASSI per Motivare i Collaboratori

Sempre più in quest’epoca consumistica, saper stimolare i propri collaboratori e motivarli verso la meta desiderata, senza passare per il Vil Denaro, diventa una skill capace di materializzare risultati di valore.

All’interno di un Team, quando il Leader riesce a trasformare persone “normali” in persone “extra-ordinarie”, obiettivi, sulla carta impossibili, diventano possibili.

Stimolare maggiore creatività (creare soluzioni innovative), responsabilità (avere un team capace di dare risposte autonome a ciò che accade senza dipendere per ogni cosa dal Leader) e produttività (il team è capace di performare facendo avanzare l’azienda al di là di ciò che accade).

Di seguito il libretto di istruzioni quotidiano in 7 passi per motivare i componenti di un Team: 

  • Aiutare i membri a scoprire SCOPO, RUOLO e OBIETTIVI

Se sanno qual è il loro RUOLO, lavorano meglio. Se chiarisci subito le tue aspettative, dei colleghi e dei clienti togliamo dalla strada qualsiasi tipo di fraintendimento.

Almeno che, eviti di comunicare le aspettative perché hai il tornaconto di poter sempre dire che non ti andava bene una cosa piuttosto che un’altra. Per avere il CONTROLLO, usi un giochetto manipolativo!!! 

  • Utilizzo della meritocrazia

I meriti vanno riconosciuti, non ti attribuisci meriti di altri solo perché sei il Leader. No, no, no, non si fa!

Tutti noi ci impegniamo se quello che facciamo sappiamo che porta a un risultato. Le persone ci metteranno ancora più impegno se sanno che quello che fanno porta ad un risultato.

  • Vai a cena con chi PESA

Un conto è essere padroni della nave, un conto è chi comanda la nave.

Spesso in un team chi fa il bello e il cattivo tempo diventa un opinion leader che sposta gli equilibri. Esci a cena con lui, crea una relazione personale (non ho detto intima), trova punti in comune, portalo dalla tua parte, stabilisci un consenso. Anche se ti sta antipatico non puoi averlo “contro”, è un boomerang. Portalo quanto meno in posizione neutra.

Come vuoi che queste persone influenzino il gruppo dipende anche da te. 

  • Ascolta e Decidi TU

Creare un clima aziendale onesto e sincero passa da un presupposto. Accade quando le persone non si sentono giudicate in quello che dicono.

Ringrazia le persone tutte le volte che ti comunicano qualcosa, ascolta in silenzio con interesse, approfondisci l’argomento condividendo preoccupazioni, rinuncia all’ironia  e poi DECIDI tu.

In più, da buon Leader, aiutale a tirare fuori da loro le soluzioni senza giudizio e suggerendo a loro comportamenti diversi sono dopo averli ascoltati. 

  • “Fare” è diverso da “Ottenere”

Le persone fanno parte della tua azienda perché usano quello che fanno per produrre quello che serve. Quindi l’attività non è il risultato.

Abituali a pensare in termini di RISULTATI e non di attività.

Quando hai una persona che fa 100 telefonate e non ottiene nessun appuntamento…Si è impegnata molto, ha fatto tanto ma, non ha ottenuto nulla. 

  • Portano Soluzioni o Portano Problemi?

Le persone spesso occupano il proprio tempo a pensare ai problemi e poi se avanza tempo a pensare alla soluzione.

Abituarle a pensare che il problema esiste perché esiste una soluzione e che se c’è una soluzione il problema è solo uno stimolo è la migliore strada per allenare persone autonome che non dovranno più dipendere da te.

Almeno che…tu non abbia bisogno di sentirti padrone anche delle loro soluzioni 

  • Sistema comportamenti non ok

Oltre che premiare i meriti con attestati di stima, per un Leader è una skill di base anche correggere i comportamenti indesiderati, nel più breve tempo possibile e personalmente.

È il tuo dovere. Le lodi in pubblico, le critiche in privato e non per interposta persona.

Si critica il peccato e non il peccatore. Il comportamento e non la persona 

La realizzazione di un’impresa nasce da un sogno e dalla capacità di chi ha creato questo progetto prima nella sua mente e poi nella realtà. In particolare, dall’orgoglio e dalla valorizzazione di se stessi.

Un’iniziativa non semplice, ma se a guidare il Leader sono il talento, la creatività e la visione, anche i traguardi più difficili diventano possibili. Queste potenzialità sono in ognuno di noi e partecipando a questo talk-show educativo scoprirete come individuarle e renderle parte integrante della vostra vita per raggiungere grandi obiettivi.

Scopri quali sono gli ospiti di quest’anno dell’unico Talk Show Educativo, personalità di grande successo:

http://loriscomisso.it/workshop/condurre-un-impresa/

Perché da Professionista a Professionista l’esperienza di altri arricchisce.

Loris Comisso

 

Scrivi un commento